martedì 30 giugno 2009

Una notte da leoni

Vi svegliate, senza ricordare assolutamente nulla, in una suite di Las Vegas, dopo una notte di addio al celibato in queste condizioni:
  • senza il futuro sposo
  • con un bimbo nell’armadio
  • una gallina sul pianoforte
  • una tigre in bagno
  • senza un dente
Ecco l’incipit del film “una notte da leoni”.
Il film è stupefacente, assieme ai tre personaggi rimasti (Phil, un insegnante sposato con prole che raggira i suoi studenti per recuperare soldi e che non vede l’ora di staccare la spina, Stu, un dentista totalmente zerbinato nei confronti della fidanzata, Alan, un pazzo ai limiti della normalità e totalmente insano) e collegati dal futuro sposo Doug, procediamo alla ricostruzione della notte precedente con ingressi senza mezze misure di malviventi, spogliarelliste, Mike Tyson!!, e chi più ne ha più ne metta!!

Il film è fantastico e gli attori riescono egregiamente, senza mai “rubare” la scena al compagno, ad enfatizzare le loro peculiarità, a redimersi e crescere dopo gli eccessi della notte brava.

Il cameo di Tyson è da dimenticare ma Alan, nonostante non spicchi mai rispetto agli altri, riesce a essere stupefacentemente ilare!!!

Memorabile la scena della finta masturbazione di Carlos-Tyler e della reinterpretazione di Hoffman alla “rainman” al casinò.

Chiude il film la carrellata di immagini che “svela” gli accadimenti della notte precedente…

Consigliatissimo!

Nessun commento:

Posta un commento