lunedì 2 febbraio 2009

Litaliano? C'è nè sono un pò in giro...

Io non mi sento un maestrino, forse un po’ rompiballe sì. Sta di fatto che alcune cose, le basilari conoscenze grammaticali costantemente inattese dallo scritto di chiunque (amici e giornali e chi più ne ha più ne metta), mi irritano a dismisura.

Forse irritano non è la parola esatta, diciamo che mi stupiscono. Pensare che, vuoi per la fretta, vuoi per disattenzione, vuoi per quello che vuoi, una mente sana, capace di pensieri alti e di dissertazioni su un qualsiasi argomento, mi cada inesorabilmente sulle basi della grammatica italiana mi sconcerta ogni volta di più… Accenti, apostrofi e mille altre piccole imperfezioni che fanno scadere, un errore dietro l’altro, un discorso o uno scritto.

Non mi sento totalmente padrone della mia lingua, sia chiaro, però almeno ritengo di non fare errori grossolani, anche se mi sono accorto che sbaglio spesso gli accenti (tipo impròperi per impropéri).

Ecco un elenco non esaustivo delle principali nefandezze che leggo in giro:

Daccordo

Non c’è ne sono

Ha prima vista

Non li anno mai fatti

Tubo di evaquazione

Giusto per citarne alcuni…se ne volete altri ecco qua: http://strafalcione.splinder.com/

Che sia un errato tentativo di trasporre su carta il suono del parlato? Dimenticavo…potete benissimo immaginare l’orrore nel vedere gli sms di nuova generazione (i salva spazio) dal “ciao ke fai” al “oggi nn vengo mag ci ved dom”…senza parole loro e pure io…

4 commenti:

  1. basta ke ti leggi un pò delle mail ke ti arrivano per trovare delle perle d italiano

    RispondiElimina
  2. K caz dic? ki scriv cos? ahahahah

    RispondiElimina
  3. Non ce l'imite al pegghio! Lerrore grossol'ano è un pò dietro l'angolo.

    RispondiElimina
  4. ...troppo forte...
    Ho condiviso l'articolo su FB...!

    RispondiElimina